Blog

Olio di Canapa Vs Olio di CBD: cosa c’è da sapere

Non tutti gli oli sono uguali, specialmente quelli derivati dalle piante di Cannabis. Sebbene spesso vengano usati alternativamente gli uni per gli altri, l’olio di canapa e l’olio di Cannabidiolo hanno sostanziali differenze circa il modo di agire sull’organismo e sulla salute.

Per determinare quale sia il prodotto ideale per la propria persona, è importante conoscerne le differenze sugli effetti e sugli ingredienti.

Olio di Canapa VS olio di CBD: Le differenze

L’olio di CBD è estratto da foglie, fiori e steli dalla pianta della Canapa-L’unica parte della pianta in cui troviamo il CBD. L’olio di Canapa, o più propriamente l’olio di semi di Canapa, si ottiene dai semi di Canapa dove il contenuto di CBD è pari a zero, sebbene i due offrano benefici alla salute differenti.

Ingredienti da tenere d’occhio

Con i termini Cannabis (a cui spesso ci riferiamo con il termine Marijuana) e Canapa si intendono due varietà della stessa specie vegetale, la Cannabis Sativa, e questo genera spesso molta confuzione

Il modo migliore per determinare se un prodotto è a base di CBD o a base di Canapa è dare  un’occhiata agli ingredienti specificati sull’etichetta. Se nella lista non sono menzionati chiaramente ”olio di Canapa” o “olio di semi di Canapa”, prova a cercare “Olio di semi di Cannabis” o “olio di semi di Cannabis Sativa”, che sono i nomi scientifici per definire l’olio di Canapa. Per l’olio di CBD puro, dovresti trovare le parole “cannabidiolo”, “CBD”, “Full-spectrum Hemp”, “PCR” (Phytocannabinoid-rich) o “PCR Hemp Extract” tra gli ingredienti.

Benefici per la salute dell’olio di Canapa

Olio di Canapa e olio di CBD promettono entrambi di migliorare in modi differenti la salute dell’individuo che li assume.

L’olio di Canapa è spesso ricercato per il suo potere nutrizionale, grazie al suo contenuto di grassi “buoni” e di minerali. Studi hanno dimostrato la sua validità nel contrastare disturbi della pella e per il miglioramento dei sintomi della Sindrome Premestruale.

  • Nutrizione: L’olio di Canapa è ricco di acidi grassi essenziali come l’acido linoleico, o Omega-6, e l’acido alfa-linoleico, o Omega-3. Inoltre sono una fonte eccellente di proteine, vitamina E e altri importanti minerali come fosforo, potassio, sodio, magnesio, zolfo, calcio, ferro e zinco.
  • Disturbi della pelle: L’olio di Canapa sulla pelle ha la capacità di non occludere i pori, oltre ad avere proprietà antinfiammatorie e provvede ad un’idratazione profonda che rende la pelle molto elastica. Olio di Canapa può sia essere miscelato ad una crema idratante normale, sia usato direttamente sulla pelle.Studi hanno dimostrato che, su individui affetti da Eczema, l’olio di Canapa migliora gli effetti di secchezza e prurito della pella, grazie al bilanciamento degli acidi grassi Omega. 
  • Sindrome premestruale e Menopausa: La Canapa, come già detto, è un’ottima risorsa di Omega-3 e Omega-6, grassi noti per il loro potere antinfiammatorio ed è dunque un importante alleato contro i sintomi della menopausa. L’olio di Canapa inoltre è in grado di alleviare i sintomi premestruale, riducendo l’effetto dell’ormone prolattina nel corpo.

Benefici per la salute dell’olio di CBD

Il CBD sta prendendo campo nel mercato medico per la sua varietà di effetti benefici sul nostro organismo, agendo sia sul corpo che sulla mente.

E’ in grado di migliorare il dolore, l’infiammazione e l’insonnia. Per coloro che non sopportano l’effetto psicoattivo del THC, il CBD è alternativa perfetta in quanto, non provocando effetti sulla mente, rilascia ugualmente un senso di rilassamento sul corpo.

  • Dolore e infiammazione: In uno studio condotto su pazienti affetti da artrite, il CBD si è rivelato in grado di ridurre il dolore, l’infiammazione e la rigidità muscolare. Studi su pazienti con Sclerosi Multipla, il Cannabidiolo si è rivelato importante nella riduzione sia del dolore che degli spasmi motori e muscolari.
  • Ansia e depressione: Il Cannabidiolo è un aiuto fondamentale per coloro che soffrono di ansia e depressione. Un articolo pubblicato su Neurotherapeutics sostiene che l’olio di CBD è utile nel trattamento di condizioni generalizzate di ansia, crisi di panico, ansia sociale, disturbo ossessivo compulsivo e ansia da stress post-traumatico. Secondo un sondaggio condotto su Cannabis and Cannabinoid Research nel 2018 è stato evidenziato che il 62% dei consumatori di Cannabidiolo ne fa uso per trattare condizioni mediche, su tutte stati dolorosi, ansia e depressione.
  • Insonnia: il CBD è un valida soluzione per migliorare le condizioni del sonno, così come determinato da diversi test. Uno di questi studi ha dimostrato che il CBD induce una fase REM più profonda, mentre un altro studio ha rivelato che il CBD riduce gli stati di insonnia su pazienti affetti da Parkinson. 

E’ proprio la capacità del Cannabidiolo di lenire gli stati d’ansia e dolore che rende il sonno più profondo e migliore nella qualità, in quanto soffrire di queste condizioni interferisce con un riposo appropriato.

Il marketing furbetto

Seguendo la corrente “green”, alcuni marchi che si occupano di prodotti a base di Cannabis confondono i termini “olio di Canapa” e “olio di Cannabidiolo”, intenzionalmente o no.

Una motivazione di questo trucchetto è che i consumatori si aspettano di spendere di più per prodotti a base di CBD, in quanto è un ingrediente più costoso rispetto alla Canapa.

E’ semplice per un’azienda aggiungere l’olio di Canapa ai propri prodotti, decorando le etichette di foglie di Marijuana ed evidenziando la parola Cannabis in modo da indurre il consumatore a credere di acquistare un prodotto a base di CBD, quando invece non ne contiene affatto. E pagando per quello che crede sia contenuto.

Alcune aziende vendono i propri prodotti come derivati dalla Canapa semplicemente per aggirare la normativa della FDA (Food and Drugs Administration) circa i prodotti a base di Cannabis o Marijuana.

Sai cosa compri

Mentre ad alcune aziende non viene richiesto di specificare sulla bottiglia il contenuto di CBD o di Canapa in mg, sta diventando una pratica comune la Non Specifica. In questo caso, qualora tu abbia acquistato un prodotto di questo tipo, dovresti chiederti cosa stai pagando.

La FDA ha inviato delle lettere di monito ad alcune aziende per vendita illegale di CBD e pubblicità ingannevole di prodotti definiti sicuri per la salute e come trattamenti efficaci. Ed è per questo che la ricerca corretta da parte del consumatore consapevole è fondamentale per non incappare in questo genere di truffe.

Inoltre, se ti trovi nella situazione di dover valutare tra olio di Canapa e olio di Cannabidiolo, considera attentamente quali benefici speri di ottenere: controlla bene gli ingredienti sulla confezione e consulta sempre il tuo medico per qualsiasi quesito.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *