Blog

CBD e Yoga

Questo nuovo trend non è certo un modo per ottenere lo sballo, ma vi assicuriamo che porterà la vostra esperienza di meditazione ad un altro livello.

A molti di noi capita periodicamente di attraversare periodi più duri, magari per problemi in famiglia o per un carico di lavoro eccessivo, i livelli di stress aumentano, creando in noi un vago stato d’ansia. Come non crederci! Facciamo i salti mortali tra carriera e relazioni, bilanciare le nostra personale economia cercando di non dimenticare di dedicare del tempo libero a noi stessi.

Questo senso di ansia ostacola la nostra produttività, sottraendoci anche piccoli momenti di gioia. A volte sembra essere molto pesante destreggiarsi nella nostra stessa vita, per questo molti si stanno convertendo allo yoga allo scopo di rilassarsi, meditare e abbandonare la negatività. Tutti gli otto passi, specialmente Asana e meditazione, non solo distendono i nervi nell’immediato, ma insegnano a fare introspezione e gestire lo stress con la forza della pace interiore.

Il CBD per la meditazione

Ma lo yoga non è il solo strumento per controllare lo stress di tutti i giorni. Con la crescente consapevolezza legislativa sulla Cannabis in giro per il mondo, gli stressati del mondo stanno esplorando nuovi metodi per convivere con la loro ansietà. 

Se la parola “Cannabis” porta alla mente l’acre odore delle canne fumate durante la ricreazione, è tempo di guardare più da vicino la crescente industria dei cannabinoidi.

Tutto parte dal CBD, un composto cannabinoide che si trova nella pianta di Cannabis Sativa.

Sebbene il CBD sia molto somigliante al suo omologo THC, più famigerato cannabinoide, c’è una sostanziale differenza: il CBD non ha alcun effetto psicoattivo, cosicché fumarlo non comporta nessuno sballo.

L’effetto del CBD è calmare, distendere il corpo e rilassarsi.

CBD e Yoga-Mat

I prodotti a base di CBD e la pratica Yoga sono rispettivamente due grandi idee, ma insieme sono una combinazione perfetta. Il motivo sta nella capacità del CBD di rilassare il corpo e la mente, che è poi il medesimo scopo dello yoga. Il CBD è totalmente sicuro per la salute e si può liberamente assumere anche durante le pratiche yoga o attività fisiche in genere.

I benefici che favorisce il CBD includono:

  • Sollievo al dolore
  • Sollievo da ansia e depressione
  • Sollievo dall’arrovellarsi di pensieri
  • Diminuizione di infiammazioni
  • Miglioramento dell’umore

Il CBD favorisce dunque uno stile di vita ricostituente, migliora l’approccio mentale nei confronti della realtà, favorendo l’ottimismo a scapito di uno sterile ritmo di vita frenetico.

Quante volte durante la lezione di yoga ti sei detto “ Dovrei essere più zen! Vorrei zittire i miei pensieri” E’ difficile spegnere la mente solo perchè sei seduta sul materassino, ma il CBD può aiutare.

Può anche aiutare con i dolori articolari e muscolari. Ecco come: i diversi cannabinoidi della Canapa, come il CBD, agiscono in maniere differenti sui recettori del sistema endocannabinoide del nostro corpo. E’ lo stesso meccanismo che si innesca quando provi dolore. Quando si assume il CBD, esso interagisce con il Sistema Endocannabinoide e ne facilita il rilascio di cannabinoidi naturali,essenziali a bilanciare gli scompensi del nostro organismo e ridurre lo stato infiammatorio, specie quello derivato dal post-asana.

Inoltre, il CBD prolunga l’effetto di rilassamento del savasana, anche oltre la fine della lezione. 

La molecola del Benessere

Quando stiamo bene, il nostro cervello rilascia in maniera naturale un neurotrasmettitore chiamato Anandamide, anche detta “molecola della beatitudine”. Come tutti i neurotrasmettitori, l’anandamide è debole e non ha una lunga durata nel nostro organismo. E’ stato scoperto che il CBD è in grado di sopprimere l’enzima che distrugge l’anandamide, favorendo di fatto il prolungamento della sensazione di benessere che questa ci provoca.

Da dove iniziare

Il CBD può essere applicato localmente come una lozione o una pomata oppure ingerito tramite essenze o oli. 

Ma quale metodo è più adatto a noi? In linea generale, gli le essenze e gli oli hanno una velocità di azione lenta, che segue le fasi della digestione prima di entrare in circolo nell’organismo, durando però diverse ore. Ci sono poi le creme topiche che impiegano circa 30 minuti per entrare in azione. Ed infine, le più rapide ad entrare in circolo sono senza dubbio le gocce sublinguali: poste in una zona altamente irrorata da vasi sanguigni, affinché il principio attivo faccia effetto, sarà necessario attendere solo pochi minuti.

Inserire il CBD nella daily routine

Se integriamo l’assunzione di CBD alla nostra routine quotidiana, creeremmo una delle migliori abitudini, sane ed efficaci per la nostra bellezza e per la nostra efficienza durante la giornata. Possiamo farne uso prima dello yoga, dopo la doccia, prima di dormire ma anche durante il lavoro, dal momento che non si verificano effetti alteranti sul corpo.

E’ fondamentale tenere a mente che il CBD non è il rimedio assoluto. Non è la risoluzione ai tutti i problemi ma di certo è un valido aiuto contro una vasta gamma di malesseri: grazie alla sua “innocuità”, all’ esiguità di effetti collaterali, in quanto proveniente direttamente dalla natura.  

Rispetto, infine, all’assunzione di CBD da chi non è avvezzo, la parola chiave è “costanza”: ricorda che assumere sporadicamente CBD, quando ne hai voglia non ti conferirà la stessa resa che se assunto regolarmente accompagnato da una dieta equilibrata e da uno stile di vita sano. Inoltre, per essere certi e sicuri della sicurezza dell’assunzione di Cannabidiolo, specie se in presenza di patologie pregresse, è bene consultare il proprio medico, lasciandoci consigliare circa la dose raccomandata ed adatta al tuo organismo.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *